Pomezia intitola una via all’imprenditore Armando Veneziani

armando veneziani

Il Prefetto di Roma ha accolto la proposta della Giunta comunale di intitolare una strada ad Armando Veneziani, lungimirante imprenditore che Pomezia ricorda per aver investito molto in Città negli anni ’60 e ’70.

Nato a Roma nel 1906 da una famiglia ebraica di antiquari, Veneziani subisce dopo il 1938 le persecuzioni razziali, ma riesce a laurearsi dopo la fine della seconda guerra mondiale. Nel 1955, già presagendo lo sviluppo futuro della zona, compra a Pomezia una tenuta di ca. 15 ettari situata esattamente sul bivio tra la via Pontina e via dei Castelli Romani. Realizza uno dei primi “vigneti a tendone” del Lazio e sperimenta nuovi sistemi di serre. Nella seconda metà degli anni ’60 capisce che il futuro della zona è nell’industria e nei servizi. Il 30 luglio del 1966 fonda con un gruppo di industriali della zona l’ “Associazione Coordinamento Sviluppo Pomezia”, conosciuta oggi come FederLazio. Nel 1972, malgrado l’ostruzionismo di tutti i commercianti pometini, ma fermamente sostenuto dalle amministrazioni comunali dell’epoca, inaugura la filiale Standa, primo grande magazzino e supermercato della zona. Realizza nei primi anni ’80 altri due palazzi: il primo, conosciuto come “palazzo Aurora”, poi venduto alla Selenia, e il secondo, conosciuto come “palazzo Armonia”, dove attualmente ha sede la Asl Rm H.

Muore a Roma nel 1993, all’età di 87 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*