Riaperte tutte le scuole tranne le superiori: l’ultima ordinanza del sindaco Fucci

il sindaco fucci

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha firmato una nuova ordinanza che dispone la riapertura di tutte le scuole di Pomezia ad esclusione degli istituti superiori. Nel dettaglio domani 12 maggio 2017 verranno riaperte i seguenti plessi:


– Scuola Superiore di I° grado “Fabrizio De Andrè”, Via Cesare Fiorucci snc

– Scuola dell’Infanzia e Primaria Santa Procula – Via delle Vittorie, 1

– Scuola dell’Infanzia e Primaria Castagnetta – Via Castagnetta 27/A

– Scuola dell’Infanzia e Primaria Cincinnato – Largo Cincinnato

– Scuola Primaria S.G. Bosco – Via Guerrazzi

 

Rimarranno invece chiuse le scuole, dove si sta procedendo con la pulizia straordinaria:

 

– IIS Largo Brodolini

– IS Via Copernico

– Liceo Classico e Scientifico “Blaise Pascal” – Via P. Nenni

– Liceo Artistico Pablo Picasso – Via Cavour e Via Lamarmora

Sulle polemiche nate questa mattina a seguito della decisione di alcuni dirigenti scolastici di chiudere i plessi che erano già stati riaperti con ordinanza del Sindaco, il Primo Cittadino chiarisce:

La pulizia dei plessi scolastici è stata effettuata attraverso tre diverse squadre di pulizia dal Comune di Pomezia che, in via precauzionale, ha disposto un intervento straordinario secondo le indicazioni della Asl sul lavaggio delle superfici esterne ed oggetto di accumulo di polvere. Le strutture scolastiche sono state quindi pulite e riaperte secondo un calendario comunicato giornalmente alle scuole e alla cittadinanza. La scelta di alcuni dirigenti scolastici di rimandare gli studenti a casa non è stata presa su indicazione del Comune di Pomezia, pertanto sono gli stessi dirigenti ad assumersene la responsabilità. Spero che si possa continuare ad operare con la massima collaborazione e con l’unico interesse comune del benessere dei nostri bambini e dell’intera cittadinanza.

Si comunica inoltre che rimangono vigenti i seguenti divieti:

 

1) Il divieto nel raggio di Km. 5 dal luogo dell’evento:

– della raccolta, della vendita e del consumo di prodotti ortofrutticoli coltivati;

– del pascolo degli animali;

– dell’utilizzo di foraggi per alimentazione animale provenienti dall’area interessata ed eventualmente esposti alla ricaduta da combustione;

– di provvedere al mantenimento degli animali da cortile al chiuso, evitando il razzolamento.

2) I prodotti ortofrutticoli derivanti dalla coltivazione nei terreni posti al di fuori della predetta area ma in zone immediatamente prospicienti, dovranno essere sottoposti prima della consumazione ad accurato lavaggio in acqua corrente e potabile.

3) In tutti gli edifici di comune uso personale, familiare o di lavoro, ricadenti in un raggio di 100 mt. l’allontanamento dei residenti.

Si raccomanda, come indicato dalla Asl:

1) Il lavaggio esclusivamente con acqua delle superfici esterne ed oggetto di accumulo di polveri evitando getti che possano rimettere in circolo le medesime.

2) Per impianti di condizionamento o areazione forzata, la sostituzione/manutenzione dei filtri e il lavaggio delle condotte.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*