Vetri e rifiuti pericolosi sulle spiagge di Pomezia: la denuncia di CasaPound

rifiuti pericolosi spiagge torvaianica

“È una situazione da terzo mondo quella verificatasi pochi giorni fa in una delle spiaggie del nostro territorio – dichiara Andrea Cincotta referente territoriale di CPI sul comune di Pomezia – a seguito di diverse segnalazioni e fotografie arrivateci direttamente da alcuni bagnanti che si stavano godendo la settimana di ferragosto nella spiaggia libera all’altezza del passaggio a mare n15, esprimiamo tutto il nostro sdegno nei confronti della feccia che ogni giorno occupa il nostro mare vendendo abusivamente ogni tipo di merce e quegli organi che dovrebbero garantire la sicurezza nel nostro territorio”.

“A seguito di un diverbio tra alcuni commercianti abusivi di chiara origine nordafricana conclusa con vetri rotti ed ogni tipo di oggetto spaccatosi in mille pezzi sulla sabbia, due bambine, una di 8 anni ed una di 4 anni, hanno riportato ferite ai piedi. Successivamente, a detta dei bagnanti, sono state portate al pronto soccorso di Pomezia per la medicazione con punti.

“È questa la situazione che si vive a Torvaianica nel periodo estivo – conclude Cincotta – passaggi a mare non completati, varchi inaccessibili per portatori di handicap e completa mancanza di controlli e/o punizione per i commercianti abusivi che vendono spensierati la propria merce di dubbia provenienza e dubbia conservazione creando un danno enorme ai commercianti regolari italiani e spesso, come viene dimostrato, creando problemi alla quiete pubblica e alla salute dei nostri figli”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*