Aggiornamento Coronavirus, riunione del Centro Operativo Comunale (COC)

coc pomezia coronavirus

Si è svolta questa mattina la riunione del Centro Operativo Comunale (COC), attivato il 27 febbraio scorso, per fare il punto sulle misure adottate per l’emergenza Coronavirus. Presenti il Sindaco Adriano Zuccalà, il comandante della Polizia Locale Angelo Pizzoli, la Protezione Civile Echo, la Croce Rossa Italiana e la Confraternita Misericordia.

“Stiamo lavorando tutti insieme senza sosta – dichiara il Primo Cittadino – cercando, da una parte di fornire tutto il supporto necessario alla popolazione in questo momento di difficoltà, e dall’altra di verificare in maniera capillare il rispetto delle regole da parte delle attività commerciali e dei cittadini. Voglio ringraziare tutti gli agenti e i volontari al lavoro”.

Sono 40 ad oggi le consegne di spesa a domicilio effettuate dai volontari della Protezione civile e 20 le consegne di farmaci a domicilio effettuate dai volontari della Croce Rossa e della Misericordia.

Si ricorda che i servizi sono gratuiti:

– il servizio di consegna della spesa a domicilio è rivolto alle persone affette da disabilità, con gravi patologie, o anziane con più di 65 anni, prive di una rete familiare e di vicinato che le possa supportare presso la propria abitazione. Per accedere al servizio è necessario contattare il numero 06 9100586 dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00. Il personale incaricato raccoglierà le richieste pervenute e si recherà presso gli utenti nelle ore pomeridiane. Potranno essere acquistati SOLO generi di prima necessità (acqua, pasta, olio, scatolame). E’ possibile pagare esclusivamente in contanti

– il servizio di consegna dei farmaci a domicilio è rivolto alle persone affette da disabilità, con gravi patologie, o anziane con più di 65 anni impossibilitate a effettuare il ritiro. Per accedere al servizio è necessario contattare il numero 3336603392 dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 12.00. I farmaci verranno consegnati dalle 17.30 in poi dal lunedì al venerdì​

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*