L’Associazione Tyrrhenum dona libri italiani alla città gemella di Çanakkale in Turchia

libri donati pomezia turchia

Nel mese di gennaio l’Associazione Tyrrhenum ha donato, alla Biblioteca “Mehmet Akif Ersoy” di Çanakkale, una ventina di libri di autori italiani. Sono state scelte opere di periodi storici diversi e grandi capolavori famosi in tutto il mondo: da Cicerone a Camilleri, da Dante ad Umberto Eco, oltre a Tasso, Salgari, Quasimodo, Pirandello, etc.

La dedica, scritta in italiano e in turco, così recita: “Doniamo questi libri agli abitanti della nostra città sorella Çanakkale con la speranza che le parole dei nostri antenati, che hanno fatto la storia della letteratura italiana, siano per i nostri due popoli un ulteriore veicolo di pace e conoscenza reciproca”.

L’iniziativa ha avuto ampio risalto sulla stampa e sui social network turchi ed è stata segnalata al Ministero della Cultura e del Turismo della Turchia. Il direttore Osman Zeki Coşar, che ha accolto con la consueta ospitalità turca la presidente dell’Associazione Francesca Romana Caponecchi, oltre a presentare le attività della biblioteca ha contraccambiato regalando, al sodalizio e alla Biblioteca comunale di Pomezia, libri di autori vari turchi.

La consegna alla nostra Biblioteca è prevista per sabato 23 marzo (inizio ore 16.30), in occasione dell’evento “Alla scoperta di Çanakkale – Immagini, racconti ed emozioni dalla terra di Enea” organizzato  dall’Associazione per promuovere e far conoscere alla cittadinanza il gemellaggio tra Pomezia e la città turca patria dell’eroe troiano Enea. Si ringrazia Mesut Karabaş per il suo lavoro di interprete.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*