Pomezia Calcio, Bizzaglia: “Per vincere ad Ausonia punto su Baylon”

bizzaglia pomezia calcio

Superato di slancio l’ostacolo-Arce e guadagnati punti preziosi su buona parte delle rivali nei piani alti della classifica del Girone B di Eccellenza, il Pomezia si accinge a riprendere la propria marcia.

Domenica prossima la squadra di Cristiano Gagliarducci farà visita all’Insieme Ausonia, altra formazione temibile ed in possesso di indubbie qualità tecniche.

I rossoblù partiranno alla volta del grazioso centro della Ciociaria già nella giornata di sabato per affrontare al meglio una trasferta non semplice dal punto di vista logistico.

Come ogni giovedì, a fare il punto della situazione in casa-Pomezia è stato Alessio Bizzaglia.

La conversazione settimanale con il patron non può che prendere il la dalla splendida prestazione contro gli uomini di Campolo, considerata da buona parte dei tifosi e degli addetti ai lavori la migliore esibizione stagionale di Gamboni e compagni.

“Concordo, anche se mi piace sottolineare che pure in altre occasioni la squadra mi era piaciuta ed aveva giocato ottime partite – dice il numero uno di via Varrone – Mi sembra che i ragazzi stiano prendendo sempre maggior fiducia nei loro mezzi.

Domenica li ho visti correre per novanta minuti ed aiutarsi a vicenda come piace a me.

Nessuno si è tirato indietro, erano tutti concentrati e pronti a dare un contributo, senza attendere l’intervento degli altri”.

Una partita da incorniciare, insomma, anche per merito della perfetta lettura tattica di mister Gagliarducci, che ha azzeccato ogni mossa.

“Per me non è una scoperta.

Nei famosi giorni del ritiro noi tutti, Cristiano in primis, abbiamo fatto capire ai ragazzi che sarebbero stati loro gli artefici del proprio futuro.

Del resto, tutti sanno quanto io apprezzi Gagliarducci.

La mia stima nei suoi confronti è infinita, di lui mi fido ciecamente.

Per me Gagliarducci è il più bravo di tutti e gliel’ho fatto capire anche nei momenti meno fortunati, rinnovandogli sempre la mia fiducia”.

Intanto a Pomezia è già Gomez-mania.

L’attaccante argentino è già entrato nel cuore dei tifosi a suon di gol.

“Non è stato semplice portarlo qui – confessa il patron – Pepito Schiraldi è stato fondamentale per la buona riuscita dell’operazione e lo ringrazio.

Se tuttavia oggi Gomez è un calciatore del Pomezia, un merito particolare deve essere attribuito ad Alessandro Mezzina.

Nei giorni del suo trasferimento io ero a Genova per motivi di lavoro e, se siamo riusciti a chiudere, lo dobbiamo alla tenacia ed alla furbizia del nostro direttore sportivo.

Victor è un bravissimo ragazzo, uno di quelli che danno sempre il 100% e sempre con un’educazione esemplare.

Ciò detto, vorrei anche elogiare pubblicamente tutti coloro che contro l’Arce sono subentrati a partita in corso e dunque dico bravo ai vari Tortora, De Falco, Laurato e Cestrone, ma soprattutto a Laghigna.

Con Erik ho instaurato un bellissimo rapporto, io e lui siamo molto affiatati.

Domenica ha avuto poco spazio per mettersi in evidenza, ma l’ho visto entrare in campo con grande umiltà ed altrettanta determinazione.

Ho visto una mentalità da professionista in lui e gli dico grazie”.

L’attacco sta facendo faville, ma la difesa, imbattuta da oltre due partite, non è da meno.

Domenica scorsa Celli e Renelli hanno evidenziato una grande sintonia.

“Si conoscono da poche settimane, eppure sembrava giocassero insieme da anni – sorride Bizzaglia – Anche nel reparto difensivo abbiamo dei grandi giocatori.

Non dimentichiamoci che c’è gente che si chiama Baylon, Piccheri e Fusaroli, sempre pronta a dare il proprio contributo.

I cinque giocatori schierati in difesa contro l’Arce sono stati perfetti, così come i centrocampisti.

Bravissimo Gamboni e bravissimo anche mio figlio Andrea, che ha macinato chilometri lungo la fascia.

Insomma, adesso vedo una squadra che non è composta da undici calciatori, bensì da diciotto”.

Ci sono quindi tutti gli ingredienti per guardare con fiducia all’ormai imminente trasferta.

“L’Insieme Ausonia è una grande squadra e dispone di un grande allenatore – soggiunge il patron rossoblù – Ho massima stima nei confronti di mister Gioia ed infinito rispetto verso i nostri prossimi avversari, ma il Pomezia deve scendere in campo con l’obiettivo di centrare i tre punti”.

Domenica i rossoblù non avranno a disposizione Celli, squalificato per un turno dal Giudice Sportivo.

“Ed io mi aspetto che quel qualcosa in più ce lo darà Carlo Baylon – replica deciso Bizzaglia – Attenzione: non ho certezze sul fatto che giocherà, ma nel caso in cui sarà schierato sono convinto che sarà lui a fare la differenza.

Partite come quelle di domenica si vincono con la testa, quindi punto tutto sul Capitano”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*