Proposta di vincolo del Mibact, per il comitato No Biogas il Comune non si è concertato con la popolazione

comitato no biogas pomezia

La nota sulle osservazioni presentate dal Comune di Pomezia sulla proposta di vincolo del Mibact relativamente alle tenute storiche non è piaciuta al comitato No Biogas che è  sua volta intervenuto con un comunicato fiume che riportiamo integralmente:

ORA CAPITE PERCHÈ STAVANO IN #SILENZIO ?

I “portavoce” smettono di parlare di stop al cemento, completano la loro metamorfosi in “amministratori” e convergono su temi classici dell’elettorato di massa: sviluppo, infrastrutture, posti di lavoro. Spariscono dall’agenda l’AMBIENTE e la SALUTE.
Discorsi che ciclicamente tornano a #Pomezia e che ne hanno fatto un Eldorado per speculatori e un territorio senza identità collettiva e dignità.

Prime considerazioni certe:
1) il Comune di Pomezia ha depositato le osservazioni senza la minima concertazione con la popolazione uscendosene con un comunicato a cose fatte.
2) Il Comune di Pomezia ha chiesto che il lotto che prevede la realizzazione dell’impianto #biogas sia escluso dall’area di vincolo (ennesimo via libera a Cogea);
3) il Comune di Pomezia chiede che che si dia prevalenza al Piano Regolatore rispetto alla tutela del Paesaggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*