Siti ad alto rischio ambientale: dopo le ispezioni sequestrata un’area di 300mq

siti pericolosi pomezia

Nell’ambito delle attività di controllo e monitoraggio del territorio, l’Amministrazione di Pomezia di concerto con la Prefettura di Roma, ha dato avvio ad un’attività di verifica e ispezione dei siti di stoccaggio di rifiuti presenti nel Comune ad elevato rischio ambientale.

Tale attività svolta dalla Polizia Locale, dal Comando Carabinieri Forestale, dalla ASL e dall’Arpa, ha portato nella giornata del 11/04/2019 al sequestro di un’area contenente rifiuti speciali non autorizzati, all’interno di una società dedita allo stoccaggio di rifiuti di metalli ferrosi e rottami.

In particolare, gli operanti hanno posto sotto sequestro un’area di 300mq sulla quale erano stoccati rifiuti speciali non autorizzati che sversavano oli direttamente sul suolo. Oltre ad essere deferito alla Procura della Repubblica di Velletri, a carico dell’amministratore delegato della società saranno impartite una serie di prescrizioni in attuazione del d.lgs. 152/06 finalizzate alla bonifica del sito in oggetto volte all’eliminazione degli effetti dannosi dell’attività illecita. L’attività di monitoraggio e controllo proseguirà con la verifica di tutti gli altri siti presenti nel territorio Comunale nel corso dell’anno 2019.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*