Successo per il tour in Turchia promosso dall’Associazione Tyrrhenum

delegazione pomezia a canakkale

L’Associazione Culturale Tyrrhenum, in collaborazione con la Macondo Viaggi, ha organizzato un tour in Turchia e a Çanakkale, la città con cui il comune pometino è gemellato dal 2005. Motivo principale del viaggio: il 29 ottobre, data che viene ricordata in entrambe le città (29/10/1939: inaugurazione della Città di Pomezia; 29/10/1923: Proclamazione della Repubblica di Turchia).

La due giorni a Çanakkale è stata ricca di eventi: un tour unico e completo della Penisola di Gallipoli, teatro di una delle battaglie più sanguinose della Prima Guerra Mondiale; la partecipazione alla fiaccolata per festeggiare la Repubblica di Turchia, che ha visto la delegazione di Pomezia mescolarsi a migliaia di abitanti di Çanakkale, in una manifestazione commovente e molto sentita dalla popolazione; la cerimonia, a cura del Gruppo Storico “Lavinium”, con i costumi dell’Antico Lazio e i personaggi dell’Eneide, presso il sito archeologico di Troia, che ha permesso “il ritorno a casa” dell’eroe troiano Enea; infine, l’incontro in Aula consiliare con il Sindaco di Çanakkale, Ülgür Gökhan, che ha accolto il sodalizio pometino con il calore e la consueta ospitalità. Il primo cittadino ha ribadito l’importanza delle relazioni tra Italia e Turchia e ha proposto diversi progetti per incrementare l’amicizia tra le nostre due città. In un periodo storico in cui sembrano avere la meglio paura e diffidenza, durante il quale diventa molto semplice cadere preda dei pregiudizi, il gemellaggio è un’opportunità di pace. La cultura diventa uno strumento di rispetto e conoscenza reciproca tra due popoli che hanno una storia millenaria e tanti punti in comune. Immancabile la foto di gruppo con il Sindaco, indossando la maglietta celebrativa pensata dall’Associazione per ricordare questa bellissima esperienza. La speranza è quella di rivedere presto una delegazione di Çanakkale a Pomezia, magari in occasione della XXVII edizione dello Sbarco di Enea e dei quindici anni della firma del gemellaggio.

Si ringrazia Mesut Karabaş per il suo lavoro di guida ed interprete.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*