“Una fiaccolata per Maria”: tantissimi pometini uniti per ricordare la ragazza uccisa dal fidanzato

fiaccolata per maria pomezia

Il 2 novembre alle 19 in Piazza Indipendenza, si è svolta la fiaccolata per ricordare Maria Augustina uccisa dal fidanzato nella nostra città e per tutte le donne morte per mano di un uomo, morte in quanto donne.

La fiaccolata è stata promossa dallo Sportello Donne Pomezia, da ArciLesbica Roma e dalla Rete Antirazzista di Pomezia.

Per tenere alta l’attenzione sulla violenza di genere, si sono riuniti in questa battaglia di civiltà, cittadini e cittadine, associazioni, realtà locali e lo sportello, che da anni svolge un lavoro frontale a sostegno delle donne vittime di violenza.

È nostro obiettivo primario infatti sollecitare la partecipazione di tutte e tutti perché consapevoli che creare una rete sociale tra cittadine e cittadini, associazioni e istituzioni sia indispensabile nello sforzo di sensibilizzazione contro la violenza.

Come associazioni che da tempo si battono per sconfiggere la piaga della violenza di genere, e anche come semplici cittadine e cittadini, vorremmo inoltre sollecitare una maggiore cura ed attenzione da parte degli organi di stampa, deputati alla diffusione di queste notizie. Con rammarico dobbiamo denunciare una sottovalutazione del problema da parte della stampa, che si declina attraverso la forma di articoli disinformativi o non sufficientemente accurati se non addirittura attraverso l’indifferenza.

Consapevoli del fatto che il lavoro da fare riguarda innanzitutto l’aspetto culturale e informativo, ci auguriamo una particolare cura da parte della stampa nel segnalare gli episodi di violenza in maniera corretta e nel rispetto della donna. Né il silenzio, né la cattiva informazione possono giovare ad una causa che dovrebbe essere e speriamo che sia unanimemente condivisa.

Conosciamo la violenza contro le donne in tutti i suoi aspetti e siamo consapevoli che la società deve farsene carico in tutte le sue espressioni: dalla società civile, agli organi di stampa, fino alle istituzioni politiche.

Ieri sera eravamo in tante e tanti per Maria: donne, uomini, associazioni, il Sindaco, rappresentanti della Giunta e del Consiglio comunale.

Chiamiamo quindi tutte e tutti al comune impegno per la prevenzione, l’eliminazione di ogni forma di discriminazione ed infine la promozione di una concreta parità tra i sessi, rafforzando l’autonomia e l’autodeterminazione delle donne.

 

Sportello Donne Pomezia

ArciLesbica Roma

Rete Antirazzista Pomezia

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*