Vertenza Ipercoop: si riduce il centro di Aprilia. Uiltucs torna su i punti vendita di Unicoop Tirreno

ipercoop aprilia

L’Ipercoop di Aprilia 2 rimane a marchio Coop ma sarà ridimensionata: è quanto dichiarato oggi al MISE dai vertici di Distribuzione Centro Sud.

L’Ipercoop sarà quindi un centro più piccolo e sarà gestito direttamente dalla Distribuzione di Roma (CONTROLLATA DI COOP ALLEANZA 3.0).

Queste, in sintesi, le novità emerse dall’incontro di oggi 8 Novembre presso il ministero durante il quale  si è palesata la mancanza di un serio  piano industriale da parte dell’azienda.

È proprio questo, secondo la Uiltucs,  il problema del colosso.

Dopo le dichiarazioni di oggi – fa sapere il sindacato – abbiamo chiesto con urgenza di  aprire una trattativa serrata per assicurare futuro occupazionale ai lavoratori coinvolti ed il mantenimento di salari dignitosi. La riduzione degli spazi non è la soluzione alle problematiche, anzi sicuramente produrrà degli esuberi; la decisione annunciata oggi per l’Iper è delicata e deve essere affrontata nel giusto modo. La Coop dovrebbe essere più attenta alle politiche commerciali del territorio, adeguando alle esigenze territoriali e non di contenimento dei costi. Riducendo gli spazi si aprirà una trattativa nella quale i lavoratori dell’Iper non debbono essere l’ultimo anello visto i sacrifici già subiti in passato.

Unicoop Tirreno, il sindacato: “La Cooperativa continua a non avere le idee chiare”

Chiuso ieri in tarda serata anche il confronto presso il MISE con Unicoop Tirreno e parti sociali sulle cessioni dei punti vendita, brutto epilogo per la Uiltucs Latina, una Cooperativa che ancora ieri innanzi al Ministero alla presenza del Capo di Gabinetto di Luigi Di Maio  ha dimostrato di  non avere  le idee chiare oltretutto confuse, nell’incontro hanno nuovamente annunciato l’inevitabile chiusura dei 4 punti vendita, nonché un ridimensionamento delle superfici di vendita  degli altri 4 punti vendita in questione, quindi ulteriore esubero dichiarato.

Il direttore  Generale Piero Canova di Unicoop Tirreno nella serata di ieri aveva già preannunciato che il marchio Coop sarebbe rimasto presso l’Ipercoop di Aprilia ma resta difficile se non impossibile – è il commento piccato della Uiltucs – avviare una trattativa seria con una Cooperativa che puntualmente non rispetta gli impegni assunti dinanzi al MISE giocando spesso al rialzo sulla pelle dei tanti lavoratori.

Per la Uiltucs Latina le chiusure dei 4 negozi ( Aprilia, Velletri, Pomezia e Frosinone) annunciate e i ridimensionamenti proclamati non sono la soluzione al problema; per la Uiltucs Latina le soluzioni debbono essere individuate alternative che garantiscano l’apertura di tutti i negozi.

La proposta della Ultucs? La riduzione momentanea  di una parte del salario in tutta la Coop,  a partire dalla Toscana. Unicoop Tirreno deve cambiare passo nella trattativa, questo territorio deve essere salvato!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*