Borseggi durante il giro d’Italia: le ladre del campo nomadi di Castel Romano di nuovo in azione

campo rom castel romano pomezia

ROMA – Sono, al momento, 10 le persone arrestate dai Carabinieri di Roma con l’accusa di furto aggravato sorprese nel corso dei servizi preventivi scattati dalla giornata di ieri in occasione dell’ultima tappa del Giro d’Italia che si correrà lungo le vie del Centro Storico.

I borseggiatori hanno momentaneamente abbandonato i mezzi pubblici e si sono riversati lungo le strade che costeggiano il circuito di tappa, dove appassionati di ciclismo giunti da tutta Italia, a anche dall’estero, si stanno ammassando per assistere alla spettacolare gara ciclistica.

I Carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi di uomini e donne di età compresa tra i 14 e i 58 anni, tutti con precedenti: si tratta, nello specifico di 2 cittadini cubani senza fissa dimora, 1 ragazzina nomade proveniente dall’insediamento di Castel Romano, 5 cittadini romeni tutti senza fissa dimora, 1 cittadina bulgara senza fissa dimora e un cittadino del Perù, sorpresi con le “mani nel sacco” mentre rubavano portafogli da zaini, borse o tasche delle ignare vittime, italiane e straniere.

Il servizio di controllo dei Carabinieri proseguirà per tutta la giornata odierna e fino a cessata esigenza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*