Giovane serbo ricercato da 4 mesi preso tra Ardea e Torvaianica

carabinieri pomezia furto registratore di cassa

I Carabinieri della Stazione di Marina di Tor San Lorenzo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica, arrestando un 30enne di origini serbe, ma residente da anni nella zona, ricercato da oltre 4 mesi.

Lo scorso mese di maggio, l’uomo era stato sorpreso dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri Forestale di Roma mentre smontava un’autovettura, risultata rubata, insieme a due complici. In quel frangente, il cittadino serbo riuscì a fuggire evitando l’arresto, mentre i complici, dopo una breve colluttazione, furono arrestati.

Il Tribunale di Velletri, concordando con le risultanze investigative esposte dalla Procura della Repubblica, ha emesso nei confronti del 30enne un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e riciclaggio.

Da maggio, sia i Carabinieri Forestali di Roma sia quelli della Compagnia di Anzio hanno dato la caccia al fuggitivo. Ieri un Carabiniere della Stazione di Marina di Tor San Lorenzo, in abiti civili, ha notato il ricercato mentre camminava sul Lungomare degli Ardeatini.

Ne è nato un pedinamento in attesa del supporto dei colleghi con l’ausilio dei quali il cittadino serbo è stato bloccato davanti ad un esercizio commerciale e condotto nel carcere di Velletri.

Questa mattina, inoltre, i Carabinieri della Stazione di Anzio gli hanno notificato un’ulteriore provvedimento cautelare, emesso nei suoi confronti dal Tribunale di Velletri. L’uomo, a conclusione di un’altra attività d’indagine, è stato riconosciuto autore di due furti commessi ad Anzio ai danni di due esercizi commerciali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*