Primo maggio, tutti a Roma per delinquere: i carabinieri arrestano 30 persone

carabinieri auto

Per assicurare la serena permanenza ai tanti turisti accorsi a Roma per il 1° maggio, i Carabinieri della Capitale hanno potenziato i servizi esterni per migliorare il controllo del territorio con pattuglie a piedi, in auto e moto e per vigilare sulla sicurezza stradale. Pattuglie di Carabinieri a cavallo, a piedi e con auto elettriche sono state impiegate nelle aree verdi della Capitale per garantire sicurezza ai tanti cittadini che hanno scelto di trascorrere il giorno di festa all’aria aperta.

Servizi di controllo sono stati svolti negli scali ferroviari e nelle stazioni della metropolitana, a bordo dei mezzi pubblici, nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti, nei principali luoghi di aggregazione dei giovani, con particolare attenzione agli eventi per la celebrazione della Festa dei Lavoratori.

Il bilancio delle attività dei Carabinieri è di 30 persone arrestate delle quali 20 sorprese in flagranza di reato di spaccio di stupefacenti, 5 per detenzione ai fini di spaccio, 5 per borseggio. Altre 5 sono state denunciate in stato di libertà per spaccio di sostanze stupefacenti.

Tra gli arrestati per droga vi sono 19 cittadini stranieri, perlopiù di origine nord e centro africana (Marocco, Gambia, Senegal e Nigeria) e 6 italiani tutti in trasferta a Roma per spacciare (provenienti dalla Calabria, Puglia e Campania), tutti di età compresa tra i 19 ed i 50 anni. Numerose le dosi di cocaina, marijuana, hashish ed eroina sequestrate dai Carabinieri.

I 5 borseggiatori arrestati sono tutti di nazionalità romena, provenienti da vari insediamenti della Capitale, di età compresa tra i 16 e i 45 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*