Prostitute sequestrate: concessi i domiciliari al presunto aguzzino

pomezia carabinieri

E’ stato interrogato ieri l’uomo di 75 anni di Aprilia arrestato per aver sequestrato due prostitute a Santa Palomba dopo aver consumato un rapporto sessuale con compenso pattuito di 150 euro a ragazza. Il gip del Tribunale di Roma ha disposto i domiciliari e nuovi accertamenti sulle celle telefoniche. L’uomo si è infatti difeso dicendo di non aver imbracciato il fucile, come denunciato dalle ragazze e fornendo una versione dell’accaduto del tutto diversa. Secondo il racconto delle due donne, entrambe rumene di 29 e 27 anni, l’uomo non avrebbe pagato il compenso pattuito e avrebbe prima sequestrato e poi minacciato le due donne con le armi poi rinvenute nel furgone.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*