Scippi e borseggi: prese due nomadi incinte del campo di Castel Romano

carabinieri campo nomadi castel romano

ROMA – Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Roma, in questo periodo di festa, i Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno arrestato, in poche ore, 5 borseggiatori.

In via dei Fori Imperiali, in servizio in abiti civili a bordo del bus Atac linea 85, i Carabinieri della Stazione Roma Quirinale hanno arrestato un 44enne cubano, con precedenti, sorpreso a sfilare il portafogli dalla tasca del giubbotto di una 16enne romana.

I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno bloccato un 19enne del Marocco, senza fissa dimora e con precedenti, che poco prima in via Frattina, aveva rubato lo smartphone, ad una 17enne romana, che custodiva nella sua borsa.

In via dell’Umiltà, i Carabinieri della Stazione Roma Via Vittorio Veneto hanno arrestato una coppia di nomadi, di 23 e 28 anni, entrambe in gravidanza, domiciliate nel campo nomadi di Castel Romano, già conosciute per i loro precedenti penali specifici, subito dopo essere riuscite a sottrarre il portafogli ad una turista straniera. Il portafogli è stato poi riconsegnato alla vittima mentre le due donne sono state trattenute in caserma.

Infine, alla fermata dei bus, in piazza Venezia, sempre i Carabinieri della Stazione Roma Via Vittorio Veneto hanno arrestato un 37enne tunisino, senza fissa dimora e con precedenti, “pizzicato” a rubare il portafoglio ad una 29enne, della provincia di Frosinone, che stava scendendo dal bus Atac linea 40.

Gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti in attesa del rito direttissimo. Sono accusati di furto aggravato

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*