Spacciavano droga ai coetanei: due minori finiscono al centro di accoglienza di Pomezia

carabinieri pomezia furto registratore di cassa

Coinvolti in un giro di droga tra giovanissimi, spacciavano le dosi di marijuana in strada, ma i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma li hanno “pizzicati” in flagranza. Sono un 16enne romano, studente, arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e un 14enne egiziano, senza fissa dimora, denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieri pomeriggio, durante un controllo all’interno dei Giardini Einaudi, in largo di Villa Peretti, i Carabinieri della Stazione Roma – Via Vittorio Veneto hanno sorpreso il 14enne, mentre cedeva dosi di marijuana ad un giovane, seduto su una panchina. Bloccato il pusher, nelle sue tasche i Carabinieri hanno rinvenuto una decina di dosi della stessa sostanza e banconote di diverso taglio, ritenute provento dello spaccio. Il minore è stato denunciato a piede libero e affidato ad un centro di accoglienza per minori di Pomezia. L’acquirente è stato invece identificato e segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo di Roma, quale assuntore.

Sempre ieri in serata, invece, durante un servizio antidroga in abiti civili, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma – Trastevere hanno notato il 16enne, in via Boccea, nei pressi di una uscita della metro Cornelia che, con fare sospetto, avvicinava alcuni coetanei mostrando loro qualcosa che aveva in mano. I militari hanno proceduto al controllo del giovane che è stato trovato in possesso di 25 g. di marijuana, suddivisa in dosi. Dopo l’arresto e stato portato nel Centro di Prima Accoglienza per minori di Roma, in via Virginia Agnelli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*