Composizione dei gruppi consiliari a Pomezia, il botta e risposta

maggioranza m5s pomezia

E’ appena iniziata l’era Zuccalà ma è già polemica tra pentastellati e fuoriusciti dal Movimento. Ecco il botta  e risposta tra l’ex primo cittadino nonché consigliere di minoranza Fuccci e la maggioranza. Clicca qui per leggere i verbali e farti una tua opinione.

L’INTERVENTO DI FABIO FUCCI

Incredibile quello che sta facendo il M5S nel Consiglio Comunale di Pomezia. La Democrazia viene violata!
I grillini del Movimento 5 Stelle stanno limitando la rappresentatività delle forze politiche in Consiglio proibendo la costituzione di alcuni dei gruppi politici in seno al Consiglio stesso.

Mi spiego meglio: voi cittadini avete votato per una lista che ha eletto uno o due consiglieri in Consiglio Comunale? Ebbene, per il M5S questi consiglieri non possono costituire il gruppo politico con cui sono stati eletti e devono necessariamente transitare al gruppo misto, un gruppo generico che non identifica politicamente una formazione.
Come dire che destra e sinistra devono costituire il medesimo gruppo politico in consiglio comunale. Assurdo!

Questo è un atto di grave prepotenza e prevaricazione che va contro il principio democratico che salvaguarda la rappresentanza delle forze politiche.

Noi di Essere Pomezia, insieme a tutta l’opposizione, abbiamo proposto al M5S di portare già nel prossimo Consiglio Comunale di martedì una delibera che interpreti in maniera democratica il regolamento, effettivamente contraddittorio, e consenta a tutti i gruppi politici di costituirsi correttamente.

Finora il Movimento 5 Stelle si è dimostrato, come al solito, arrogante, chiuso ed incapace di dialogare in maniera proficua con l’opposizione.
Vedremo se già da martedì cambierà la musica.

LA REPLICA DEL M5S DI POMEZIA

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sulla questione della composizione dei gruppi consiliari a Pomezia.

La minoranza si rifiuta di rispettare il regolamento di funzionamento del consiglio comunale il quale prevede che i gruppi consiliari devono essere composti da minimo 3 consiglieri e che una soglia diversa e inferiore è possibile solo in due casi: qualora il gruppo consiliare sia formato da un consigliere eletto in una lista che si è presentata da sola alle elezioni e non in coalizione e nel caso del gruppo misto.
A conferma di quanto detto si è espresso anche il segretario generale, interpellato dal Presidente del Consiglio, che di fatto ha invitato tutti i consiglieri comunali al rispetto delle regole.

Stiamo assistendo alla fiera dell’assurdo con rappresentanti delle istituzioni comunali che da poco eletti già cercano di violare il chiaro regolamento vigente e minacciano, a danno della cittadinanza, il blocco dei lavori consiliari. È singolare che sia proprio il consigliere ed ex sindaco Fabio Fucci, a proclamarsi capopopolo di chi vuole violare le regole, visto che il regolamento oggi in vigore è stato approvato nella scorsa consiliatura da lui compreso, e che la questione non riguarda nemmeno la formazione del suo gruppo già costituito da tre persone.

Quale sarebbe la logica che vede ora divisi gli stessi partiti che fino a pochi giorni fa erano in coalizione a supporto del loro candidato sindaco e quindi di un unico programma elettorale? Quale sarebbe la logica della formazione di GRUPPI consiliari formati da una SINGOLA persona, se non la voglia di protagonismo e la ricerca di un titolo che nulla aggiunge ai diritti di ogni consigliere comunale eletto?
Da parte nostra abbiamo già espresso la disponibilità a rivedere il regolamento al fine di ristabilire una serena convivenza tra tutte le forze politiche, nonostante l’attuale regolamento non pregiudichi in alcun modo i lavori del consiglio.
L’atteggiamento di chiusura espresso dalle minoranze consiliari si configura alla stregua di un ricatto gravissimo nei confronti della cittadinanza, che eleggendo i suoi rappresentanti in consiglio, ha scelto persone che dovrebbero portare avanti un programma elettorale e non consiglieri alla ricerca di onorificenze.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*