Presto la messa in sicurezza della Pontina: dal governo alla Regione tutti d’accordo

lavori in corso pomezia pontina

I lavori per la messa in sicurezza della Pontina sembrano a portata di mano con un benestare trasversale da parte di tutti i partiti a tutti i livelli: governo e Regione.

“La posizione del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sul progetto dell’autostrada Roma-Latina è condivisibile – ha infatti annunciato Mauro Alessandri, assessore ai Lavori pubblici e alla Mobilità della Regione –  c’è la piena disponibilità a un dialogo costruttivo sul futuro dell’infrastruttura, con l’auspicio che il finanziamento venga mantenuto e l’opera venga portata a termine, come nostro intendimento.

Discorso equivalente per quanto concerne le opere per la messa in sicurezza della Pontina. È infatti in corso il perfezionamento degli atti per il trasferimento della strada, dal primo gennaio 2019, nella sfera di competenza di Anas. Nelle more di questo passaggio resta prioritaria l’intenzione della Regione Lazio di intervenire sulle situazioni di adeguamento necessarie all’infrastruttura. Ci auguriamo infine che il ministero, quanto prima, dia riscontro al fabbisogno di fondi per la viabilità che la Regione Lazio ha provveduto a quantificare, già dalla fine del mese di agosto, in risposta a una richiesta del ministero stesso”.

A distanza di qualche ora ha fatto seguito anche l’intervento del consigliere regionale Giuseppe Simeone che ribadisce l’urgenza di tali interventi.

“Non possiamo che apprendere con la massima soddisfazione della decisione del Ministero per le infrastrutture di investire risorse per la messa in sicurezza della Pontina e per garantire in tempi brevi all’importante arteria standard di qualità degni di un Paese europeo. Si tratta di interventi non rinviabili, che sollecitiamo da tempo, e che vanno fatti con estrema rapidità soprattutto a fronte della stagione delle piogge ormai pronta ad entrare nel vivo e che ogni anno non fa che peggiorare il degrado già consistente in cui versa l’unica strada che collega Latina a Roma. E’ impensabile continuare a percorrere la Pontina tra gimkane causate dalle buche che mettono a rischio l’incolumità dei cittadini e che sono tra le cause primarie dei quotidiani incidenti che si verificano su questa strada aumentando i disagi. Così come è inaccettabile che, a causa dello stato disastroso in cui versa il manto stradale, pendolari ed aziende siano costrette a percorrere la Pontina con limiti di velocità fissati a 60 chilometri orari. Ai lavori di messa in sicurezza della Pontina dobbiamo comunque parallelamente affiancare, con decisione e determinazione, la definizione degli strumenti migliori per arrivare rapidamente alla realizzazione della Roma – Latina. Un progetto su cui non dobbiamo e non possiamo arretrare di un solo passo perché rappresenta l’unica risposta concreta alle esigenze di infrastrutturazione del Lazio e di collegamento tra la provincia di Latina e la regione con il resto dell’Italia e dell’Europa assicurando alle aziende l’accesso ai mercati e a quella competitività da cui per decenni sono escluse”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*