Trasloco: come gestire le piante?

come gestire le piante

Traslocare con le piante da giardino è un compito piuttosto arduo, che richiede molta preparazione e un approccio corretto. D’altronde, esattamente come accade con i vostri più costosi e più preziosi oggetti d’antiquariato, anche le piante sono delicate e richiedono una specifica attenzione. Assumere i traslocatori esperti di www.traslochiromaeasy.it è senza dubbio il modo migliore per spostarle indenne ma, comunque, giova pur sempre riepilogare alcuni suggerimenti di base in questo contesto.

In particolare, prima di imballare e spostare le vostre piante domestiche e da giardino, ci sono alcune cose che dovreste considerare, a cominciare proprio dalla ditta di traslochi. Se avete stretto delle intese con Traslochi Rom Easy, parlate serenamente con loro e discutete in che modo trasferiranno le vostre piante, rammentando con loro che si tratta di oggetti troppo fragili e molto probabilmente sofferenti ogni cambiamento drastico come il trasloco. Se invece sceglierete altre società, verificate se sanno opportunamente gestire il trasloco delle piante.

Considerate altresì il tempo del trasloco. Se possibile, non spostate le piante durante il picco dell’estate, quando il sole è più caldo, la temperatura è torrida e l’aria è secca. Le radici della pianta possono danneggiarsi a causa del calore e della secchezza dell’aria. Tuttavia, gli esperti ritengono che sia possibile spostare le piante in estate se si prendono ulteriori precauzioni: siete sicuri che la vostra ditta di trasloco ne sia consapevole? In ogni caso, è necessario assicurarsi che le piante siano innaffiate correttamente e, quando sono imballate, le radici non devono mai essere lasciate nude al sole. Se possibile, pianificate il vostro trasferimento in una qualsiasi delle altre stagioni che possono fornire le condizioni adatte per il trasporto delle piante.

Ulteriormente, quando si tratta di sopportare lo stress di un trasloco, una pianta secca ha molte più possibilità di essere danneggiata di quella che ha ricevuto sufficiente acqua! Quindi, la notte prima di un trasloco, assicuratevi che abbiano una giusta idratazione, tale da permettere all’acqua di rimanere nel terreno e nelle radici. Il motivo per cui dovreste innaffiarle di notte è ben noto: durante questo periodo, evaporerà meno acqua.

Rammentate poi che le piante devono conservare l’energia durante il trasloco, e che per questo è necessario assicurarsi che rimangano il più possibile in salute. Forse il modo migliore per farlo è rimuovere i rami e le foglie morte o in eccesso, impedendo così alle piante di sprecare energia su elementi non necessari.

Insomma, è necessario essere molto attenti durante lo sradicamento delle piante. Utilizzate una cazzuola per segnare un anello intorno alla pianta e poi scavate con attenzione. Assicuratevi che lo scavo sia abbastanza largo da non avere alcuna possibilità di tagliare le radici delle piante. Quando rimuovete la pianta, cercate di mantenere il più possibile il terreno nelle radici. Dopo aver sradicato la pianta, mettetela immediatamente in un vaso con terra a sufficienza e innaffiatela di nuovo. Potete anche avvolgere la base della pianta in un sacco umido: domandate informazioni al vostro giardiniere di fiducia per non sbagliare colpo!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*